1. Che cosa significa tenuta del filo?
2. I coltelli Friedr. Dick sono inossidabili?
3. Il mio coltello Friedr. Dick si è arrugginito nonostante la scritta “inossidabile”. Perché?
4. I coltelli per cuoco si possono lavare in lavastoviglie?
5. Fino a quale temperatura è possibile lavare un coltello per la lavorazione della carne?
6. Cos’è l’unità di misura Rockwell (HRc)?
7. Dove si possono far affilare i coltelli?
8. Perché ci sono così tanti tipi diversi di coltelli?
9. Friedr. Dick ha anche posate nel suo assortimento?
10. Qual è la differenza tra i coltelli di ceramica e i coltelli di acciaio?
11. Friedr. Dick ha anche coltelli di ceramica nel suo assortimento?
12. Perché ci sono acciaini rotondi, ovali e rettangolari?
13. Osservando un macellaio sembra sempre molto semplice ravvivare il filo del coltello. La Friedr. Dick offre uno strumento più facile da usare?
14. Dove posso acquistare i prodotti F. Dick?
15. Quale superficie è la più adatta per tagliare?
16. Quanti coltelli da cucina si dovrebbero avere?
17. Esistono corsi/istruzioni di affilatura?
18. Qual è l’acciaino più adatto per l’uso domestico?
19. L’azienda F. Dick esegue riparazioni (manico) o la riaffilatura dei coltelli?
20. Quale procedimento di forgiatura viene utilizzato per fabbricare i coltelli F. Dick?
21. Qual è la differenza qualitativa tra i coltelli forgiati e i coltelli stampati?
22. Quali vantaggi offre un coltello forgiato?
23. Come si esegue l’affilatura su pietra e qual è la grana più adatta?
24. Come conservo nel migliore dei modi i miei coltelli F. Dick?
25. È meglio affilare personalmente oppure rivolgersi a un esperto?
26. Per quanto tempo è valida la garanzia F. Dick sui coltelli?
27. Perché si utilizzano così tanti colori per i manici?
28. Che cosa significa HACCP?
29. Qual è la funzione di una lama con alveoli?
30. Perché gli ASIACUT Yanagiba e Deba vengono affilati solo da un lato?
31. Quali vantaggi ha l’acciaio multistrato?
32. Che cosa sono e quali vantaggi offrono le lame damascate?
33. Tutti i coltelli rivettati sono forgiati?
34. I coltelli Friedr. Dick sono ancora prodotti in Germania?
35. Perché alcuni acciaini sono a grana fine ed altri a grana grossa?
36. Perché i coltelli asiatici non hanno una protezione dita all’estremità della lama?
37. Perché i coltelli da cuoco sono più spessi dei coltelli trincianti?
38. Quale funzione hanno i rivetti?
39. Perché è così difficile riaffilare i coltelli seghettati?
40. Da cosa si riconosce un coltello forgiato?
41. Dove è possibile trovare informazioni sui prodotti storici di Friedr. Dick?
42. Qual è la procedura in caso di reclami?
43. Perché non ricevo risposta alla mia richiesta?
1.
Che cosa significa tenuta del filo?
La tenuta del filo sul materiale da tagliare indica quanto a lungo il coltello tiene l’affilatura. L’affilatura di un coltello dipende, tra l’altro, dalla lama o meglio dall’angolo di affilatura ad es. 30°.
L’angolo di affilatura è un compromesso tra stabilità (angolo grande = più stabile) e affilatura (angolo piccolo = più affilato). Con un angolo troppo piccolo si otterrà “inizialmente” un grado di affilatura maggiore, il filo però è molto sensibile. Un angolo troppo ampio significa che per realizzare un taglio preciso è necessaria più forza. E’ più difficile riaffilare la lama.
La superficie su cui si taglia è importante quanto l’utilizzo corretto del coltello (un coltello non è l’utensile adatto per tagliare le ossa, i noccioli della frutta, etc.).
Un filo lucidato, come nella nostra serie Premier Plus, garantisce un taglio preciso e delicato senza che sia necessario usare la forza. La struttura del materiale tagliato rimane intatta. Con la lucidatura si esegue anche una sbavatura del filo. In questo modo il grado di affilatura risulta maggiore.
L’esperienza e il know-how, la costante comunicazione con i nostri clienti in ambito professionale, con gli chef nonché con i cuochi per passione ambiziosi, e non da ultimo con i collaboratori della Friedr. Dick che lavorano ogni giorno con i “loro” coltelli, garantiscono l’affilatura ottimale e la miglior tenuta del filo.
[Torna su]
2.
I coltelli Friedr. Dick sono inossidabili?
Sí.
[Torna su]
3.
Il mio coltello Friedr. Dick si è arrugginito nonostante la scritta “inossidabile”. Perché?
Le cause possono essere diverse: il lavaggio nella lavastoviglie può aggredire l’acciaio e provocare la formazione della cosiddetta ruggine volatile. Inoltre: gli acidi della frutta, in particolare degli agrumi, aggrediscono l’acciaio causando corrosione in profondità. Lavare sempre il coltello a mano subito dopo l’uso.
[Torna su]
4.
I coltelli per cuoco si possono lavare in lavastoviglie?
Sarebbe meglio evitarlo perché nella lavastoviglie si usano detersivi molto aggressivi che intaccano l’acciaio. Il vapore e l’umidità che restano nella lavastoviglie ancora chiusa possono causare corrosione e il forte getto d’acqua può rovinare il filo. Lavate invece il coltello subito dopo l’uso con un panno e un detersivo non aggressivo.
[Torna su]
5.
Fino a quale temperatura è possibile lavare un coltello per la lavorazione della carne?
Secondo le norme igieniche un coltello dovrebbe essere pulito per almeno 3 secondi a 82°C. Grazie alla qualità dei materiali, i nostri coltelli possono essere lavati a vapore fino a 120°C.
[Torna su]
6.
Cos’è l’unità di misura Rockwell (HRc)?
Rockwell è un’unità di misura valida a livello internazionale per identificare la durezza delle superfici tecniche. La sigla è HRc: HR: Hardness Rockwell, durezza secondo Rockwell; c: sta per l’inglese "cone", in italiano cono, perché si basa sulla capacità di penetrazione di un cono di diamante. Questa prova di durezza viene eseguita, infatti, con un cono di diamante (120°).
[Torna su]
7.
Dove si possono far affilare i coltelli?
I coltelli devono essere riaffilati solo da specialisti, vale a dire da un rivenditore di prodotti in acciaio o da un arrotino, per ottenere un’affilatura ideale. Non fare mai affilare coltelli di alta qualità da arrotini (anche ambulanti) non professionisti.
[Torna su]
8.
Perché ci sono così tanti tipi diversi di coltelli?
Per ogni fase di lavorazione c’è un coltello specifico, perché ogni taglio è differente e diverse sono le caratteristiche che deve avere il coltello. Nel nostro “manuale dei coltelli” trovate spiegazioni dettagliate relative ai vari tipi di coltello e al loro uso. ABC del coltello
[Torna su]
9.
Friedr. Dick ha anche posate nel suo assortimento?
No.
[Torna su]
10.
Qual è la differenza tra i coltelli di ceramica e i coltelli di acciaio?
I coltelli di ceramica mantengono a lungo l’affilatura iniziale, ma sono difficilmente riaffilabili ed eventualmente solo da parte di tecnici specializzati. Un altro problema è il rischio di rottura o di scheggiatura del filo; se il coltello di ceramica cade per terra, si rompe facilmente.
[Torna su]
11.
Friedr. Dick ha anche coltelli di ceramica nel suo assortimento?
No - Da anni ci concentriamo su acciai ampiamente collaudati.
[Torna su]
12.
Perché ci sono acciaini rotondi, ovali e rettangolari?
Ogni utilizzatore ha le sue preferenze, a volte anche a livello regionale. C’è chi preferisce un acciaino ovale e chi uno rotondo. In linea di massima le differenze sono le seguenti:
Forma rotonda: leggero con superficie puntiforme.
Forma ovale: superficie di contatto più ampia e quindi risultato più rapido ed efficace.
Forma piatta: contatto lineare, massima efficacia
Forma rettangolare: combina due acciaini in uno.
[Torna su]
13.
Osservando un macellaio sembra sempre molto semplice ravvivare il filo del coltello. La Friedr. Dick offre uno strumento più facile da usare?
Friedr. Dick offre, per tutti quelli che non hanno familiarità con l’acciaino, il Rapid Steel/Master Steel. In questi attrezzi l’angolo di affilatura è già preimpostato e il coltello viene guidato con sicurezza. Far scorrere semplicemente la lama tra le barrette con movimento ad arco per riottenere un coltello affilato. Rapid Steel
[Torna su]
14.
Dove posso acquistare i prodotti F. Dick?
La preghiamo di inviarci mediante il modulo di contatto una richiesta con i seguenti dati: quali prodotti le interessano? Qual è il suo codice postale? In seguito riceverà un messaggio con i dati di un rivenditore. Modulo contatti
[Torna su]
15.
Quale superficie è la più adatta per tagliare?
I più adatti sono i taglieri di plastica o di legno. Le superfici dure come il vetro o la pietra possono aggredire e smussare il filo.
[Torna su]
16.
Quanti coltelli da cucina si dovrebbero avere?
Consigliamo di procurarsi un assortimento base di coltelli sufficiente per le operazioni quotidiane.
A questo proposito troverete spiegazioni dettagliate nel nostro “ABC del coltello". ABC del coltello - assortimento base
[Torna su]
17.
Esistono corsi/istruzioni di affilatura?
Noi non organizziamo corsi di affilatura, ma ci sono molte Aziende che si sono specializzate in questo settore. Nel nostro manuale del coltello è contenuta una breve presentazione sull’utilizzo dell’acciaino. ABC del coltello - acciaini
[Torna su]
18.
Qual è l’acciaino più adatto per l’uso domestico?
Per l’uso domestico consigliamo un acciaino a grana grossa. Non affilando così spesso, in casa non si raggiungerebbe un buon risultato con un acciaino professionale a grana fine. In linea generale vale quanto segue: la ravvivatura del filo dei vostri coltelli sarà tanto più rapida e semplice quanto più frequentemente eseguirete quest’operazione.
[Torna su]
19.
L’azienda F. Dick esegue riparazioni (manico) o la riaffilatura dei coltelli?
La riaffilatura e le riparazioni possono essere eseguite nella maggior parte dei casi in modo più rapido e conveniente da un rivenditore di prodotti di acciaio. Qualora supponeste vi fosse un difetto di fabbricazione o di materiale, vi invitiamo a spedirci direttamente in sede il vostro coltello F. Dick.
[Torna su]
20.
Quale procedimento di forgiatura viene utilizzato per fabbricare i coltelli F. Dick?
I nostri coltelli vengono forgiati tramite una procedura moderna, molto precisa e rispettosa della caratteristica dei materiali. La lama viene lavorata dalla punta fino all’estremità dell’impugnatura come un pezzo unico, senza giunzioni o saldature.
Questo procedimento, molto preciso, è la base per la realizzazione di tutto il coltello secondo criteri di alta qualità.

Dal prezzo grezzo forgiato si realizza poi, come per lo stampaggio a caldo, il contorno del coltello. Non si tratta di un coltello realizzato tramite punzonatura.
[Torna su]
21.
Qual è la differenza qualitativa tra i coltelli forgiati e i coltelli stampati?
La forgiatura contribuisce a rendere più compatto l’acciaio di qualità, migliorandone enormemente caratteristiche come la durezza e l’allineamento della struttura. Questo incide in modo particolare sulla longevità del filo. I nostri coltelli forgiati, sono equilibrati in modo ottimale e aiutano così a lavorare in modo piacevole.
[Torna su]
22.
Quali vantaggi offre un coltello forgiato?
Il nostro coltello è forgiato da un unico pezzo d’acciaio, non presenta saldature e quindi eventuali punti di rottura. Inoltre il nostro coltello è ottimamente bilanciato e il baricentro è vicino alla protezione dita. Per la produzione utilizziamo acciai di prima qualità che garantiscono la massima durata del coltello.
[Torna su]
23.
Come si esegue l’affilatura su pietra e qual è la grana più adatta?
1. Prima dell’uso immergete la pietra abrasiva in acqua per circa 5-10 minuti. La pietra è imbevuta al punto giusto quando non si formano più bolle.
2. Accertatevi che durante l’affilatura la pietra sia sempre cosparsa di acqua. La polvere che viene rilasciata dalla pietra durante l’affilatura deve rimanere sulla pietra stessa come composto utile per l’affilatura.
3. Utilizzate sempre la pietra abrasiva con il suo supporto antiscivolo.
4. Cominciate prima dal lato arancione della pietra, a grana più grossolana.
5. Passate la lama avanti e indietro su tutta la superficie della pietra mantenendo un angolo di circa 15 gradi ed esercitando una leggera pressione sull’intera superficie della pietra. Cominciate con la punta della lama. Ripetete questa operazione finché non si forma una bava fine.
6. Invertite poi il lato della lama, ripetete il procedimento ed affilate fino al formarsi di una leggera bava È molto importante mantenere sempre la stessa angolatura tra lama e pietra.
7. Per un risultato ottimale e un filo molto affilato ripetete il procedimento sulla parte bianca, più fine, della pietra.
8. Alla fine risciacquate accuratamente la pietra abrasiva e lavate il coltello con un detergente non aggressivo.

Grana 360 per eliminare le irregolarità e riaffilare.
Grana 1000 per sbavare e lucidare.
[Torna su]
24.
Come conservo nel migliore dei modi i miei coltelli F. Dick?
Vi consigliamo la nostra guaina per la protezione della lama Edge Guard. In alternativa potete utilizzare un ceppo per coltelli. La lama deve essere assolutamente protetta.
[Torna su]
25.
È meglio affilare personalmente oppure rivolgersi a un esperto?
Fino a un certo punto è possibile affilare personalmente i coltelli con un acciaino. In questo modo si raddrizza costantemente il filo. Dopo un certo periodo è necessario eseguire la riaffilatura con una macchina per ripristinare lo stato originale dell’affilatura con l’angolo ottimale del filo.
[Torna su]
26.
Per quanto tempo è valida la garanzia F. Dick sui coltelli?
Friedr. Dick concede una garanzia a vita su difetti di fabbricazione e vizi qualitativi.
[Torna su]
27.
Perché si utilizzano così tanti colori per i manici?
I vari colori dei manici sono necessari per l’attuazione del sistema HACCP ed evitano la contaminazione incrociata. Naturalmente in ogni cucina i coltelli colorati rappresentano un elemento decorativo e sono molto apprezzati.
[Torna su]
28.
Che cosa significa HACCP?
Da gennaio 2006 esiste una normativa unitaria a livello europeo sul tema sicurezza alimentare e igiene. Il punto principale di questa normativa è garantire standard igienici all’interno dell’Unione Europea con la finalità di assicurare la non pericolosità per la salute dei generi alimentari. I principi di base della normativa riguardante l’igiene alimentare sono i seguenti: adempimento dell’obbligo di diligenza e responsabilità del produttore con un sistema di controlli interni. Nell’ambito dell’igiene alimentare questo significa che è necessario dividere le zone pulite da quelle contaminate ovvero che si devono distinguere i diversi alimenti. HACCP significa analizzare i pericoli e adottare le opportune contromisure (HACCP = Hazard Analysis and Critical Control Points). Pericolo è considerata qualsiasi inaccettabile contaminazione degli alimenti che costituisca un rischio non sostenibile per il consumatore. Viene data particolare importanza alle misure preventive. Le aziende devono essere in grado di documentare queste misure di controllo interno alle autorità preposte alla sorveglianza. Come esempio può essere citata la contaminazione dell’insalata fresca da parte della salmonella del pollame (contaminazione incrociata). Durante il sezionamento del pollame crudo sussiste il rischio che i batteri della salmonella rimangano attaccati alla lama. Se con lo stesso coltello si taglia poi l’insalata, la salmonella può essere trasmessa anche alle persone.
[Torna su]
29.
Qual è la funzione di una lama con alveoli?
Grazie agli alveoli si formano dei cuscinetti d’aria che impediscono a fette sottili e morbide in particolare di alimenti ricchi di grassi, di incollarsi alla lama durante l’affettamento. Grazie alla lama con alveoli è possibile tagliare fette molto sottili, come richiesto per il prosciutto o il salmone.
[Torna su]
30.
Perché gli ASIACUT Yanagiba e Deba vengono affilati solo da un lato?
Perché grazie all’affilatura da un lato il materiale tagliato viene a contatto con la lama solo per breve tempo. L’attrito del materiale tagliato è così ridotto al minimo. È ideale per realizzare un taglio lungo e progressivo, per affettare finemente e filettare il pesce e la carne. L’angolo non deve essere troppo inclinato rispetto all’alimento da tagliare. L’affilatura da un solo lato è adatta esclusivamente per i destrimano (in Giappone ancora oggi tutti i bambini vengono istruiti a scrivere con la mano destra).
[Torna su]
31.
Quali vantaggi ha l’acciaio multistrato?
Prendiamo il nostro coltello in acciaio a tre strati 1778. Il coltello in acciaio al carbonio della nonna taglia ancora perfettamente e in modo aggressivo. Oggi però i coltelli in acciaio al carbonio non vengono più utilizzati per ragioni igieniche (ruggine, alterazione dei sapori). Per mantenere il vantaggio nella prestazione di taglio, abbiamo inserito uno strato sottilissimo di questo materiale tra due strati di acciaio inossidabile altolegato. Grazie all’affilatura a V è lo strato aggressivo di acciaio al carbonio a tagliare il materiale. Vai alla serie 1778
[Torna su]
32.
Che cosa sono e quali vantaggi offrono le lame damascate?
Tradizionalmente si produceva l’acciaio damascato assemblando e plasmando i vari strati uno per uno. Si trattava di una vera e propria opera d’arte dei maestri forgiatori. Grazie ai diversi materiali, anche oggi vengono realizzate lame estremamente dure e resistenti. Nel passato queste caratteristiche erano molto importanti, ad es., per le spade. L’acciaio damascato ancora oggi è caratterizzato dalla combinazione vantaggiosa delle proprietà dei vari materiali di cui è composto e che contribuiscono alla longevità delle prestazioni e all’efficacia del taglio. Vai alla serie 1893
[Torna su]
33.
Tutti i coltelli rivettati sono forgiati?
No. I coltelli rivettati si utilizzano soprattutto in cucina, ma non è possibile, solo in base a questa caratteristica, trarre conclusioni sulla qualità o la forgiatura del coltello. Questa ipotesi deriva dal passato perché la costruzione dei manici comportava lavoro manuale eseguito solo su prodotti di alta qualità.
[Torna su]
34.
I coltelli Friedr. Dick sono ancora prodotti in Germania?
In linea di principio tutti i nostri coltelli vengono prodotti in Germania. Tuttavia abbiamo sviluppato con un’azienda partner una fattibilità tecnologia per la serie 1905. La tecnologia per la realizzazione del manico è stata però brevettata dalla nostra Azienda.
[Torna su]
35.
Perché alcuni acciaini sono a grana fine ed altri a grana grossa?
Grana grossa: uso domestico
Diamantata: la superficie diamantata garantisce alta capacità abrasiva
Standard: alta capacità abrasiva
Grana fine: scarsa capacità abrasiva
Superficie lucida: nessuna capacità abrasiva, solo per lucidare e raddrizzare il filo.

Il taglio dell’acciaino a grana grossa o grana fine determina la ruvidezza del filo trattato. La ruvidezza, più o meno accentuata, è il risultato delle tracce lasciate dall’affilatura. Se si utilizza correttamente l’acciaino questi segni di rettifica corrono trasversalmente al filo. In corrispondenza del filo dove si incontrano i segni di rettifica dei due lati, si forma un filo dentellato (seghettato) più o meno marcato a seconda della rugosità della superficie. A seconda della finalità d’uso del coltello, può essere richiesto un filo liscio oppure più rugoso. Un filo “dentato” penetrerà più facilmente in una superficie dura (ad es. la buccia della frutta, la verdura, il pane, la crosta dell’arrosto) rispetto a un filo liscio.
[Torna su]
36.
Perché i coltelli asiatici non hanno una protezione dita all’estremità della lama?
Di solito i coltelli asiatici non hanno una protezione dita perché anche l’estremità della lama viene utilizzata per le decorazioni. Un’altra ragione è il peso. I coltelli con mezza protezione dita sono più leggeri dei coltelli con protezione intera. Di regola gli asiatici affilano con una pietra ollare e si prendono circa 20 minuti per ogni coltello. Se il coltello fosse dotato di protezione dita questo procedimento sarebbe, senza l’ausilio di macchine, ancora più difficile da realizzare.
[Torna su]
37.
Perché i coltelli da cuoco sono più spessi dei coltelli trincianti?
I coltelli da cuoco sono considerati utensili universali in cucina e si utilizzano per eseguire diversi tagli. I trincianti sono utilizzati solo per alcuni tagli, in particolare per affettare in modo sottile e preciso i salumi e la carne. Questo richiede sia un coltello che un dorso della lama più sottile.
[Torna su]
38.
Quale funzione hanno i rivetti?
In passato i rivetti servivano a fissare il manico. Questa lavorazione particolarmente dispendiosa valeva come marchio di qualità. Noi abbiamo mantenuto questa caratteristica, anche se il manico è, per ragioni qualitative e soprattutto igieniche, saldato direttamente al coltello. Oggi nei prodotti Friedr. Dick i rivetti non hanno più funzione di fissaggio.
[Torna su]
39.
Perché è così difficile riaffilare i coltelli seghettati?
La distanza tra i denti è prestabilita, quindi lo strumento ottimale è, ad esempio, una pietra arenaria con solchi adeguatamente posizionati. In casi eccezionali è necessario asportare completamente la seghettatura e rifarne poi una nuova.
[Torna su]
40.
Da cosa si riconosce un coltello forgiato?
I coltelli forgiati si riconoscono dalla protezione dita (ispessimento tra lama e manico) e, nella maggior parte dei casi, anche dal codolo continuo in corrispondenza del manico.
ABC del coltello – Il coltello
[Torna su]
41.
Dove è possibile trovare informazioni sui prodotti storici di Friedr. Dick?
Purtroppo non possiamo fornire alcuna informazione sui vostri prodotti storici.

Consigliamo di rivolgersi a un antiquario specializzato (per una valutazione) oppure al Klingenmuseum (Museo delle lame) di Solingen per informazioni generali e relative al periodo storico di produzione.
[Torna su]
42.
Qual è la procedura in caso di reclami?
Noi garantiamo di produrre con la massima accuratezza.

Esistesse, comunque, un motivo di reclamo:
• Si rivolga in primo luogo al rivenditore presso il quale ha acquistato il prodotto e presenti le Sue rimostranze.
• Se non fosse possibile, la preghiamo di rispedire il prodotto direttamente a:
Friedr. Dick GmbH & Co. KG
Esslinger Straße 4-10
D-73779 Deizisau
Indichi in breve il motivo del reclamo e il suo indirizzo.
• Può richiedere anche informazioni all’indirizzo e-mail:info@fdick.it

[Torna su]
43.
Perché non ricevo risposta alla mia richiesta?
Siamo del parere che qualsiasi persona ci scriva abbia diritto a una risposta.

A volte non è possibile rispondere a causa di guasti tecnici.

• La preghiamo di accertarsi di avere scritto correttamente il Suo indirizzo e-mail.
• Se utilizza un filtro antispam o un provider che usa filtri antispam la preghiamo di permetterci di superare il filtro.
• La preghiamo di accertarsi di poter ricevere e-mail in entrata (questo vale in particolare per gli utenti AOL)
• La preghiamo di verificare la capacità della sua casella di posta elettronica, eventualmente le dimensioni potrebbero non essere sufficienti.
[Torna su]